Aggiornamento del disco rigido nel 2009 e successivamente iMacs

L’aggiornamento dello storage in un iMac è un progetto fai da te che è sempre stato difficile, anche se non impossibile. Con l’avvento degli iMac della fine del 2009 e di tutti i successivi modelli di iMac, c’è una nuova svolta che limita la possibilità di aggiornare l’hard disk dell’iMac.

Gli iMac hanno sempre avuto un sensore di temperatura per i loro componenti interni. Il sistema operativo monitora la temperatura dell’hardware e regola le ventole interne per garantire un flusso d’aria ottimale per mantenere fresco il funzionamento interno dell’iMac.

2009 e precedenti

Fino al modello iMacs della fine del 2009, il disco rigido aveva una sonda di temperatura montata sul coperchio. Quando si effettuava l’upgrade, bastava riattaccare la sonda di temperatura al nuovo contenitore dell’unità di memorizzazione ed era pronto a partire.

Il processo è però cambiato con gli iMac da 21,5 pollici e 27 pollici del 2009. Il sensore di temperatura è ora un cavo che si collega direttamente ad una serie di pin sul disco rigido e legge la temperatura da una sonda interna. È un sistema migliore fino a quando non si tratta di sostituire l’hardware.

Il problema dei sensori di temperatura

Il problema è che non esiste uno standard per quali pin utilizzare per il sensore di temperatura. Infatti, ogni marca di unità che Apple utilizza per gli iMac di fine 2009 utilizza un cavo diverso e personalizzato. Per l’utente finale, ciò significa che se si decide di aggiornare da soli la memoria dell’iMac, di solito è possibile sostituirla solo con hardware dello stesso produttore.

Se si utilizza un azionamento di un altro produttore, ci sono buone probabilità che il sensore di temperatura non funzioni. Per compensare, il vostro iMac imposterà le sue ventole interne al massimo RPM, creando un rumore snervante.

Fortunatamente, esiste una soluzione. È possibile prendere un kit fai da te per l’aggiornamento di un disco rigido in un iMac che include un sensore di temperatura universale. Questa unità funzionerà con qualsiasi marca di disco rigido o SSD, permettendovi di scegliere quello che soddisfa le vostre esigenze senza dovervi preoccupare delle ventole in fuga nel vostro iMac.

Come aggiornare l’unità iMac

Il processo di aggiornamento di un sistema di storage dell’iMac comporta l’accesso ai suoi interni. L’accesso all’interno comporta la rimozione del display del computer per ottenere l’accesso.

Nel corso degli anni Apple ha cambiato il modo in cui attacca il display al telaio dell’iMac, con il risultato di due diversi metodi di rimozione.

Dal 2009 al 2011 iMacs

Negli iMac ’09-’11, il pannello di vetro del display include magneti incorporati che fanno aderire lo schermo al telaio. Questo semplice metodo di fissaggio permette di rimuovere facilmente il vetro utilizzando due ventose per rompere il sigillo magnetico.

Dopo aver scollegato i magneti, le uniche cose che mantengono lo schermo attaccato sono alcuni cavi. Scollegateli per esporre il funzionamento interno del computer, compreso il disco rigido.

2012 e successivi iMacs

Nel 2012, Apple ha cambiato il design dei modelli iMac per produrre un profilo più sottile. Parte dell’aggiornamento del design ha cambiato il modo in cui il display dell’iMac è stato attaccato al telaio. Sono scomparsi i magneti incorporati nel vetro; invece, il vetro è ora incollato al telaio. Questo metodo di assemblaggio permette di ottenere un profilo più sottile e una maggiore qualità del display, poiché il display e il pannello di vetro sono ora fusi insieme, ottenendo un display più nitido con un rapporto di contrasto più elevato.

Il rovescio della medaglia è che per rimuovere il display è necessario rompere il sigillo incollato. Dovete anche incollare il vetro al resto dell’unità quando avete finito di aggiornare l’iMac.

Guide utili per la sostituzione dell’azionamento

Prima di prendere in considerazione la sostituzione di un’unità su un iMac 2009 o successivo, visualizzare le guide allo smontaggio su iFixit per il proprio particolare modello di iMac, nonché i video di installazione su Other World Computing (OWC) per vedere le guide passo-passo alla sostituzione del disco rigido dell’iMac.

Sostituzione SSD

Il vostro disco rigido non è l’unico progetto fai da te che potete eseguire una volta all’interno del vostro iMac. È possibile sostituire il disco rigido con un SSD da 2,5″ (è necessario un adattatore da 3,5″ a 2,5″). Nei modelli 2012 e successivi, è anche possibile sostituire il modulo di memoria flash PCIe, anche se questo comporta quasi un completo smontaggio di tutti i componenti interni, compresa la rimozione dell’alimentatore, del disco rigido, della scheda logica e degli altoparlanti.

Quando avrete completato l’aggiornamento dello storage flash PCIe, avrete ricostruito il vostro iMac quasi da zero. Come potete immaginare, quest’ultimo aggiornamento non è per i principianti, ma per coloro che amano il Mac DIY estremo, potrebbe essere un progetto per voi. Assicuratevi di rivedere le guide iFixit e OWC sopra menzionate prima di decidere di affrontare questo progetto.

Deja un comentario