Che cos’è Google Images e come funziona?

Google ha fatto molta strada da semplice motore di ricerca. Nel corso degli anni, l’azienda ha costruito una serie impressionante di strumenti, e anche se alcuni di essi sono altamente specializzati, ce ne sono alcuni che vale la pena di conoscere, non importa per cosa si usa il web. Google Images, aka, Google Image Search, è solo uno di questi strumenti, quindi se non sai cos’è, o non sei sicuro di quanto possa fare, ecco cosa devi sapere.

Che cos’è Google Images?

Google Images è un prodotto web-based di Google per la ricerca di immagini online. Pur svolgendo le stesse funzioni di base di interrogazione e di ricerca dei risultati del motore di ricerca di punta di Google, è meglio inteso come una propaggine specializzata.

Mentre Google Search produce pagine web con contenuti testuali attraverso la scansione diretta dei contenuti testuali, Google Images restituisce i supporti di immagini in base alle parole chiave inserite, quindi il suo processo appare un po’ diverso sotto il cofano. Il fattore principale per determinare quali immagini popolano la pagina dei risultati è la corrispondenza tra i termini di ricerca e i nomi dei file delle immagini. Questo, di per sé, non è di per sé sufficiente, per cui Google Images si basa anche su informazioni contestuali basate sul testo nella stessa pagina di un’immagine.

Come ingrediente finale, l’algoritmo sfrutta il primitivo machine learning, in cui Google Images impara ad associare alcune immagini tra loro per creare dei cluster, per fornire la sua funzione di ricerca delle immagini al contrario.

Una volta inviata una ricerca, il servizio restituisce una serie di immagini in miniatura correlate alla descrizione delle parole chiave.

A questo punto, gli utenti possono accedere alle pagine web contenenti un’immagine selezionata, a condizione che il sito web che ospita l’immagine lo consenta. Se un sito web permette di visualizzare la pagina con l’immagine, può anche permettere di accedere direttamente all’immagine e di aprire una pagina con la sola immagine, presentando essenzialmente l’URL della singola risorsa specifica dell’immagine. I siti web non sempre consentono di accedere alla pagina esatta con l’immagine – i siti che vendono fotografie professionali ne sono un esempio – ma in molti casi lo fanno.

Come posso accedere alle immagini di Google?

Ci sono tre semplici modi per accedere a Google Images:

  • Vai su google.com e seleziona Immagini in alto a destra.
  • Vai su images.google.com, che è un modo più diretto per arrivare a Google Images.
  • Inserire i termini di ricerca per la ricerca delle immagini nella ricerca predefinita di Google e, nella pagina dei risultati, selezionare Immagini .

Ricerca Google Images Basic Searching

Proprio come per Google Search, è possibile utilizzare Google Images inserendo termini di ricerca testuali che descrivono l’immagine. In questo modo si ottiene una pagina dei risultati con una griglia di miniature, disposte in ordine di corrispondenza da sinistra a destra e dall’alto verso il basso.

In questa pagina, seguite semplicemente questi passi.

  1. Selezionare una miniatura per vederne una versione più grande in linea accanto a un breve elenco di informazioni sulla sua fonte.

  2. Da qui, selezionare Visita per navigare fino alla pagina web di origine contenente l’immagine completa.

    In alternativa, è possibile selezionare una miniatura sotto «Immagini correlate» per metterla a fuoco nella pagina dei risultati in linea, dove vi verranno presentate le stesse opzioni per quell’immagine successiva, così come le immagini ad essa correlate.

  3. Se selezionando Visit si accede alla pagina contenente l’immagine completa, è possibile utilizzare l’immagine in pochi modi; cliccare con il tasto destro del mouse (o, sul cellulare, premere a lungo) l’immagine.

  4. Selezionare una delle seguenti opzioni:

    • Aprire l’immagine in una nuova scheda : Carica una pagina con solo quell’immagine, e il cui URL si può usare per tornare direttamente a quella risorsa di immagine.
    • Salva immagine con nome : Apre la finestra di dialogo per il download dei file del sistema operativo per consentire di scegliere dove salvare l’immagine e come chiamarla.
    • Copia indirizzo immagine : Produce lo stesso URL dell’immagine diretta, ma invece di aprire l’URL in una nuova scheda la salva invisibilmente negli appunti di copia del sistema operativo per poterla incollare da qualche altra parte.
    • Copia immagine : Copia l’immagine in formato multimediale negli appunti per consentire di incollare l’immagine come immagine, ad esempio in un documento di elaborazione testi.

  5. Ora avete un’immagine separata o un collegamento con l’immagine isolata.

Filtro immagini di Google e strumenti avanzati

Sotto la barra di ricerca nella pagina dei risultati c’è una casella a tendina chiamata «Strumenti», che offre una serie di opzioni di filtraggio aggiuntive.

Dimensione

La prima di queste opzioni a discesa è Size, che consente di limitare i risultati alle immagini con determinate dimensioni di pixel. Questo può essere un intervallo di dimensioni generale, o anche una dimensione esatta dei pixel, ed è fatto attraverso i seguenti passi.

  1. Selezionare Dimensione .

    .

  2. Selezionare Esattamente dal menu a discesa.

  3. Nella finestra di dialogo popup, inserire le dimensioni dei pixel di larghezza e altezza, quindi selezionare Go .

Colore

Un’altra utile opzione di filtraggio è Color che filtra i risultati dell’immagine per colore. Per utilizzarla è sufficiente selezionare Colore e selezionare il colore o la funzione colore che si vuole vedere.

Diritti di utilizzo

L’opzione «Diritti d’uso» può essere utile anche se si cercano immagini che si possono incorporare nei media di propria creazione, come i post del blog, i video o qualsiasi altra cosa. Questo menu, che offre quattro stati di autorizzazione all’uso tra cui scegliere, consente di filtrare i risultati per le immagini che hanno più probabilità di essere legalmente consentite per il riutilizzo rispetto ad altre.

Questo processo non è infallibile, e spetta a voi fare ulteriori ricerche per assicurarvi che l’immagine scelta sia legalmente disponibile per il riutilizzo nel modo indicato dal filtro scelto.

Tempo

Infine, come nel caso della classica ricerca Google Search, Google Images consente agli utenti di filtrare in base al momento in cui un’immagine è stata pubblicata su un sito web.

  1. Selezionare Tempo .

    .

  2. Selezionare Gamma personalizzata .

    .

  3. Inserite la data d’inizio e la data di fine nei campi richiesti, con una stringa di date delimitata da una barra (xx/xx/xxxxxx) oppure selezionatela con il calendario a destra.

  4. Selezionare Go .

    .

Cos’è la ricerca immagini inversa di Google Images?

Forse la caratteristica più potente di Google Images è la ricerca di immagini al contrario, che utilizza un’immagine come «termine» di ricerca. Una ricerca di immagini al contrario come questa può restituire due diverse serie di risultati:

  • Sito web fonte : Può restituire i siti web fonte dove è possibile trovare l’immagine e qualsiasi nome o descrizione associata all’immagine. Questo è utile se si dispone di un’immagine ma si vuole sapere da dove proviene.
  • Immagini simili : Una ricerca inversa può anche far emergere immagini visivamente simili. Ad esempio, è possibile effettuare una ricerca inversa dell’immagine di una montagna per vedere altri sfondi simili.

Deja un comentario