Che cos’è l’HDR?

L’HDR sembra essere il tipo di cosa che tutti dovrebbero volere di questi tempi. Ultimamente il termine viene usato a destra e a sinistra per indicare i televisori 4K, quindi quando lo si vede in relazione alle fotocamere digitali e agli smartphone, si potrebbe pensare che sia sicuramente una buona cosa. Quando si parla di fotografia, però, l’HDR è un trucco speciale che non sempre avrà un effetto positivo.

Che cosa significa HDR e che cos’è HDR?

HDR è l’acronimo di High Dynamic Range, e si riferisce ai diversi gradi di luminosità di un’immagine e alla gamma tra di essi.

Quando si scatta una foto, la fotocamera cerca di catturare molte informazioni. Se la scena che si sta scattando ha delle macchie molto chiare e molto scure, la macchina fotografica potrebbe fare fatica ad ottenere tutti i dettagli che i vostri occhi vedono facilmente. In questi casi, la fotocamera probabilmente lascerà alcune sezioni completamente nere o laverà via le sezioni luminose in un bianco brillante. Il risultato è un’immagine di cui potreste non essere soddisfatti.

HDR ottiene maggiori dettagli sia dalle sezioni luminose che da quelle scure di un’immagine.

Un buon esempio di dove questo potrebbe accadere è quando si cerca di scattare una foto al proprio amico con un cielo luminoso e nuvoloso sullo sfondo. A meno che il vostro amico non sia anch’esso illuminato, è probabile che il vostro amico risulti incredibilmente scuro, o che non otterrete il bellissimo dettaglio delle nuvole. Questo è il punto in cui HDR può essere d’aiuto creando un’immagine che prende i dettagli sia dalla sezione più chiara che da quella più scura, tutto in uno.

Come funziona la fotografia HDR

Normalmente, quando ci si trova di fronte a una scena in cui una parte dell’immagine sarà sovraesposta (tutta bianca) o sottoesposta (tutta nera), si deve decidere quale parte si può sacrificare. Alcune telecamere si adattano meglio a tutti i diversi livelli di luce senza perdere i dettagli delle sezioni più chiare e più scure, ma c’è sempre un limite.

L’impostazione HDR di una fotocamera digitale o di uno smartphone può aiutare ad aggirare i normali limiti della gamma dinamica scattando più foto con esposizioni diverse in rapida successione. Alcune foto favoriranno la cattura dei dettagli nella sezione più scura della scena, mentre altre foto favoriranno sezioni più luminose. Il software della fotocamera o del telefono combinerà quindi le immagini in un’unica foto con maggiori dettagli in quelle che altrimenti sarebbero state sottoesposte o sovraesposte.

Il pollice in movimento si sfuoca nella foto standard, ma nella foto HDR sperimenta il ghosting.

Se si utilizza un’impostazione HDR, è importante capire come la fotocamera sta utilizzando questa funzione. Alcune fotocamere e smartphone possono creare più file, con la foto HDR finale e le foto utilizzate per creare il tutto memorizzato come file individuali. Altri possono catturare le foto e creare un solo file per l’immagine finale elaborata. Alcune fotocamere possono anche creare un’immagine HDR senza scattare foto consecutive, il che può aiutare ad evitare un problema con i soggetti in movimento.

Capire l’HDR e ciò che non lo è

In fotografia, l’HDR non è qualcosa che si vuole usare per ogni foto. È qui che l’HDR per la televisione crea confusione. La fotografia HDR condensa la gamma dinamica di un’immagine scurendo le sezioni luminose e schiarendo le sezioni scure. In alcuni casi, questo aiuta a creare un’immagine migliore, ma può anche far sembrare piatta una foto. Inoltre, se qualcosa si muove quando viene catturata una foto HDR, quel movimento può creare un notevole effetto fantasma.

Confrontatelo con l’HDR per i televisori, dove la gamma ad alta dinamica è fondamentalmente solo un miglioramento. Espande la differenza di luminosità tra le parti più scure di un’immagine e le parti più luminose, offrendo un maggiore rapporto di contrasto. Le discussioni sull’HDR per i televisori si riferiscono spesso anche al colore, ma il colore non è un punto di differenziazione tra la normale fotografia e la fotografia HDR.

Deja un comentario