Come riparare un’applicazione Mac che non si avvia?

Ci possono essere diverse ragioni per cui un’applicazione non si avvia, ma la causa più probabile, se si esegue OS X Yosemite o prima, è un errore di autorizzazione del disco. I permessi del disco sono flag impostati per ogni elemento del file system. Essi definiscono se un elemento può essere letto, scritto o eseguito. I permessi sono inizialmente impostati quando si installa un’applicazione, come Safari.

Se queste autorizzazioni sono fuori luogo, possono impedire il corretto funzionamento di un’applicazione. Il risultato può essere un’icona Dock che rimbalza, come hai detto, e un’applicazione che non finisce mai di essere lanciata. Altre volte un’applicazione può sembrare che si avvii normalmente, ma poi una parte di essa non funziona, di solito un plug-in che l’applicazione utilizza.

Oltre ai permessi dei file, c’è la possibilità che un file di preferenza delle applicazioni sia la fonte di un’applicazione che si comporta in modo strano e non si avvia o non funziona correttamente. Non importa quale sia la causa, questi suggerimenti dovrebbero aiutare a risolvere il problema.

Risolvere i problemi di autorizzazione dei file di applicazione: OS X Yosemite e precedenti

Come già detto, un problema comune riscontrato nelle versioni precedenti di OS X è che i permessi dei file sono impostati in modo errato. Questo può accadere ogni volta che si installa una nuova applicazione, si aggiorna un’applicazione o si aggiorna la propria copia di OS X. Basta che il programma di installazione sia codificato in modo errato e i permessi di un’applicazione possono essere impostati in modo errato. Non è nemmeno necessario che sia la stessa app che viene aggiornata. Si potrebbe installare una nuova applicazione di fotoritocco, e potrebbe accidentalmente impostare i permessi su una cartella condivisa da un’altra applicazione in modo non corretto, causando il temuto rimbalzo dell’icona del Dock o un’applicazione che semplicemente non si avvia o non funziona.

La prima cosa da provare in questa situazione è la riparazione delle autorizzazioni dei dischi. Fortunatamente, non è necessario sapere quali dovrebbero essere i permessi; il vostro Mac mantiene un database dei permessi di default per la maggior parte delle applicazioni che avete installato. Tutto quello che dovete fare è lanciare Disk Utility ed eseguire l’opzione Repair Disk Permissions. Potete trovare le istruzioni su come fare questo nella sezione Informazioni: Macs Using Disk Utility to Repair Hard Disk Drives and Disk Permissions guide.

L’altra serie di autorizzazioni per i file che potreste voler controllare sono quelle associate al vostro account utente. Le impostazioni dei file dell’account utente di solito non influiscono sulle applicazioni, come Safari, che sono memorizzate nella cartella /Applicazioni. Tuttavia, alcune applicazioni sono collocate nella cartella utente, quindi la cartella utente può contenere anche i file di preferenza utilizzati da un’applicazione.

Potete trovare i dettagli sulla correzione dei permessi dell’account utente nella risoluzione dei problemi del Mac: Guida al ripristino dei permessi dell’account utente.

Risolvere i problemi di autorizzazione dei file di applicazione: OS X El Capitan e successivi

Con OS X El Capitan, Apple ha bloccato i permessi dei file di sistema, compresi quelli nella cartella /Applicazioni. Di conseguenza, i problemi di autorizzazione dei file non dovrebbero più essere una preoccupazione, in quanto la causa del mancato funzionamento di un’applicazione. Questa è la buona notizia; la cattiva notizia è che ora dovrete scavare più a fondo per scoprire cosa sta causando il problema.

Un passo da fare è visitare il sito web dello sviluppatore dell’applicazione e vedere se ci sono note sulla compatibilità con la versione di OS X che si sta utilizzando o qualsiasi incompatibilità nota con altre applicazioni o servizi che si possono utilizzare.

In molti casi, l’aggiornamento dell’app interessata può risolvere il problema che si ha con un’app che non si avvia o che non funziona correttamente.

Fissare i file di preferenza (qualsiasi versione di OS X)

L’altra causa comune del mancato funzionamento di un’applicazione è un file corrotto utilizzato dall’applicazione in questione. In molti casi, il candidato più probabile per un file corrotto è il file di preferenza dell’app, noto anche come plist. I file Plist possono diventare corrotti quando il Mac si spegne o si riavvia inaspettatamente, oppure un’app si blocca o si blocca.

Per fortuna, è possibile eliminare un file di preferenze errato e la app creerà un nuovo file plist che contiene tutti i valori predefiniti della app. Sarà necessario riconfigurare le preferenze della app, ma è probabile che l’eliminazione del file delle preferenze risolva il problema.

Individuare il file delle preferenze dell’applicazione

La maggior parte delle applicazioni memorizzano i loro file plist presso:

~/Libreria/Preferenze

Il carattere tilde (~) nel nome del percorso indica la vostra cartella home, quindi se guardate nella vostra cartella home, vi aspettereste di vedere una cartella chiamata Library. Sfortunatamente, Apple nasconde la cartella Library in modo da non poterla modificare accidentalmente.

Va bene, possiamo aggirare la natura nascosta della cartella della Biblioteca utilizzando uno dei metodi descritti nel seguente articolo:

OS X nasconde la vostra cartella della biblioteca

  1. Accedere alla cartella della Biblioteca, utilizzando le istruzioni al link soprastante.

  2. Ora che siete nella cartella Library, aprite la cartella Preferenze.

    Se non si vede la cartella Preferenze nella cartella Home, si può premere Command-Shift-G sulla tastiera (mentre si trova nel Finder), quindi digitare ~/Libreria/Preferenze.

  3. La cartella Preferenze contiene tutti i file plist per ogni applicazione installata sul Mac. Contiene anche molti altri file, ma gli unici che ci interessano sono quelli che terminano con .plist.

  4. Il nome del file delle preferenze è nel seguente formato:

    com.developer_name.app_name.plist
  5. Se stiamo cercando il file delle preferenze per Safari, il nome del file dovrebbe essere il nome del file:

    com.apple.safari.plist
  6. Non ci dovrebbe essere un altro nome dopo il plist. Ad esempio, si possono vedere anche file con i seguenti nomi:

    com.apple.safari.plist.lockfile

    oppure

    com.apple.safari.plist.1yX3ABt
  7. Siamo interessati solo al file che finisce in .plist.

  8. Una volta individuato il file Plist corretto, chiudere l’applicazione in questione, se è in esecuzione.

  9. Trascinare il file Plist dell’applicazione sul desktop; in questo modo si conserva il file delle preferenze nel caso in cui fosse necessario ripristinarlo in un secondo momento.

  10. Rilanciare l’applicazione in questione.

L’app dovrebbe ora avviarsi senza problemi, anche se tutte le sue preferenze saranno nello stato di default. Dovrete riconfigurare la app per soddisfare le vostre esigenze, proprio come avete fatto in origine.

Se questo non risolve il problema dell’applicazione che si sta avendo, è possibile ripristinare il file plist originale assicurandosi che l’applicazione in questione non sia in esecuzione, e poi trascinando il file plist originale salvato sul desktop nella cartella Preferenze.

Come abbiamo detto, le autorizzazioni dei file e i file di preferenza corrotti sono i problemi più comuni che impediscono il corretto funzionamento di un’applicazione. Se avete provato entrambi i metodi e avete ancora problemi, vi suggerisco di contattare lo sviluppatore dell’applicazione e di spiegare il problema che state avendo. La maggior parte degli sviluppatori ha una sezione di supporto sul proprio sito web dove è possibile richiedere assistenza.

Modo sicuro

Un ultimo test che potete eseguire è quello di avviare il vostro Mac in modalità sicura. Questo speciale ambiente di avvio limita la maggior parte degli elementi di avvio e limita il sistema operativo al solo utilizzo del nucleo del sistema operativo di base. Se è possibile avviare il Mac in modalità provvisoria e poi utilizzare l’applicazione in questione senza problemi, la causa probabile non sono i permessi o i file di preferenza, ma un conflitto con un’altra applicazione o una voce di avvio.

Deja un comentario