Cosa c’è da sapere sull’etereum di valuta digitale

Il grande pubblico è venuto a conoscenza per la prima volta della tecnologia delle catene a blocchi con l’avvento del bitcoin. Il bitcoin, una moneta digitale decentralizzata, o criptovaluta, permette alle persone di inviare e ricevere fondi l’un l’altro senza bisogno di un intermediario come una banca o una società di elaborazione dei pagamenti.

La sicurezza e la validità di queste transazioni peer-to-peer sono rese possibili dalla blockchain, che facilita un libro mastro pubblico di tutti i trasferimenti bitcoin sulla rete e impone controlli e bilanci che prevengono le insidie del P2P come la doppia spesa e altre attività fraudolente. Mentre la blockchain è, infatti, la tecnologia alla base del bitcoin, essa viene utilizzata anche per una serie di altri scopi in vari settori industriali.

Grazie alla sua intrinseca trasparenza e alla capacità di rimuovere in modo sicuro l’intermediario quando si facilita il trasferimento di beni digitali, valuta o altro, blockchain presenta alcune opportunità davvero uniche per gli sviluppatori intraprendenti come il team dietro il progetto Ethereum.

Che cos’è l’Etereum?

Come il bitcoin, l’Ethereum utilizza la tecnologia a catena di blocco. Inoltre, come il bitcoin, l’Ethereum dispone di una criptovaluta chiamata Ether che può essere acquistata, venduta, scambiata o prodotta dall’industria mineraria. Le somiglianze di alto livello finiscono qui, tuttavia, poiché Ethereum è stato creato e strutturato con uno scopo significativamente diverso in mente.

Essenzialmente una blockchain programmabile, la piattaforma open-source Ethereum può ospitare una moltitudine di applicazioni decentralizzate create dall’utente. Ciò significa che i programmatori possono utilizzare Ethereum non solo per progettare e rilasciare le proprie valute crittografiche come bitcoin, ma anche per archiviare ed eseguire contratti futuri come, ad esempio, pagamenti immobiliari o testamenti. Per i suoi creatori, Ethereum da solo è «value-agnostic» e alla fine saranno gli sviluppatori e gli imprenditori a determinare per cosa viene utilizzato.

Come per ogni altra catena di blocco, il database dell’Ethereum è costantemente aggiornato da tutti i nodi collegati alla rete. L’Ethereum Virtual Machine (EVM) può eseguire applicazioni modellate da linguaggi di programmazione popolari come JavaScript e Python, con ogni nodo che esegue gli stessi set di istruzioni codificate.

Poiché tutti i calcoli all’interno dell’EVM vengono eseguiti in parallelo su tutta la rete, si dispone di un consenso decentralizzato che garantisce l’assenza di tempi di inattività, guasti istantanei o disaster recovery e assicura che tutti i dati memorizzati sulla catena di blocco dell’Ethereum non possano essere hackerati o manipolati per qualsiasi motivo.

Conti e contratti intelligenti

Per comprendere veramente l’Ethereum, è necessario prima di tutto comprendere il concetto di contratti intelligenti. La catena di blocco dell’Ethereum traccia lo stato attuale di ogni conto insieme ai trasferimenti di valore tra di essi, in contrapposizione alla sua controparte bitcoin che mantiene un record di transazioni finanziarie giuste.

Ci sono due tipi di conti che si trovano sulla catena di blocco dell’Ethereum, i conti di proprietà esterna (EOA) e i conti a contratto. Gli EOA sono controllati dall’utente e accessibili tramite una chiave privata unica. I conti a contratto, invece, contengono un codice che viene eseguito quando una transazione viene inviata al conto. Questi programmi sono comunemente chiamati contratti intelligenti.

I contratti intelligenti aprono un mondo di possibilità ai codificatori ingegnosi, compresa la possibilità di creare programmi che eseguono contratti o trasferiscono la proprietà dei beni solo al momento giusto. L’applicazione di questo codice alla catena di blocco dell’Ethereum crea un nuovo Conto Contratti, che viene poi eseguito solo quando le istruzioni per farlo vengono inviate da un EOA – controllato dal proprietario del conto che detiene la corrispondente chiave privata.

Quando una transazione di istruzione viene inviata da un EOA a un conto contrattuale, l’utente è tenuto a pagare un compenso nominale alla rete Ethereum per ogni fase del programma che desidera eseguire. Questo compenso non viene pagato in valuta fiat ma in Ether, la valuta nativa crittografica associata alla piattaforma Ethereum.

Etere di estrazione

Ethereum utilizza un sistema di Proof-of-Work (PoW) per verificare ed eseguire transazioni sulla sua rete, non diversamente da bitcoin o da molti altri protocolli peer-to-peer che utilizzano una catena di blocco pubblica. Ogni transazione è raggruppata con altre che sono state recentemente presentate come parte di un blocco crittograficamente protetto.

I computer noti come «minatori» utilizzano poi i loro cicli di GPU e/o CPU per risolvere problemi di calcolo difficili da memorizzare fino a quando il loro potere collettivo non scopre la soluzione. Una volta che ciò avviene, tutte le transazioni vengono convalidate ed eseguite e il blocco viene aggiunto alla blockchain. I minatori che hanno partecipato alla soluzione del blocco ricevono una quota predefinita di Ether, la loro ricompensa per aver mantenuto in funzione la rete Ethereum.

I nuovi arrivati all’estrazione dell’etere in genere si uniscono a pool che combinano la potenza di calcolo di diversi minatori nel tentativo di risolvere i blocchi più velocemente e dividere le ricompense di conseguenza, mentre quelli con una potenza di estrazione più elevata ricevono una quota maggiore di etere. Alcuni dei più popolari pool minerari dell’Etereum sono Ethpool, F2Pool e DwarfPool. Molti utenti avanzati scelgono di estrarre l’Etereum da soli.

Acquisto, vendita e commercio di etere

L’etere può anche essere acquistato, venduto e scambiato con la valuta fiat e con altre monete criptogenetiche tramite scambi online come Coinbase, Bitfinex e GDAX.

Quando si investe e si fa trading di valute crittografiche, bisogna stare attenti alle bandiere rosse.

Portafoglio Ethereum

Il Portafoglio Ethereum è un’applicazione installata localmente, protetta da una chiave privata, che memorizza in modo sicuro il vostro Ether così come qualsiasi altra risorsa costruita sulla piattaforma. È inoltre possibile utilizzare il software del portafoglio per scrivere, distribuire ed eseguire i suddetti contratti intelligenti.

Si raccomanda di scaricare il portafoglio Ethereum solo da Ethereum.org o dal corrispondente repository GitHub.

Esploratori di blocco dell’etereum

Tutte le attività sulla catena di blocco dell’Ethereum sono pubbliche e ricercabili, e il modo più semplice per visualizzare queste transazioni è attraverso un esploratore di blocchi come Etherchain.org o EtherScan. Se nessuna di queste due modalità soddisfa le vostre esigenze, una semplice ricerca su Google vi restituirà diverse alternative.

Deja un comentario