Cos’è il Bitstream e come funziona nell’Home Theater Audio

Diamo per scontata la facilità con cui ascoltiamo l’audio, ma ottenere musica, dialoghi ed effetti sonori da una sorgente alle orecchie richiede tecnologie che sono quasi magiche.

Una tecnologia utilizzata per fornire il suono viene chiamata Bitstream (alias Bitstream Audio, Bit Stream, Digital Bitstream o Audio Bitstream).

Bitstream definito

Un Bitstream è un bit di informazioni binarie (1 e 0) che possono essere trasferite da un dispositivo all’altro. I Bitstream sono usati in applicazioni PC, di rete e audio.

Per l’audio, un bitstream può essere utilizzato per convertire il suono in bit digitali e poi l’informazione viene trasferita da un dispositivo sorgente ad un ricevitore e, eventualmente, alle orecchie.

PCM e audio Hi-Res sono esempi di formati audio digitali che utilizzano i bitstream.

Come viene utilizzato Bitstream in un Home Theater

In un home theater, un bitstream è più strettamente definito come un metodo per trasferire segnali audio codificati di specifici formati di suono surround da una sorgente ad un ricevitore home theater compatibile o ad una combinazione di preamplificatore/processore AV/amplificatore di potenza.

Un ricevitore home theater o un processore AV rileva un formato surround codificato ad esso inviato. Il ricevitore/ processore AV procede a decodificare le informazioni in base alle istruzioni fornite nel segnale bitstream. Si può aggiungere la post-elaborazione e il segnale viene convertito in forma analogica in modo da poter essere amplificato e inviato agli altoparlanti in modo da poterlo sentire.

Il processo di bitstream inizia con il creatore del contenuto e/o il sound engineer/mixer che decide quale formato surround utilizzare per una specifica registrazione audio o trasmissione dal vivo e poi procede a codificare l’audio come bit digitali nel formato scelto secondo le regole del formato.

Una volta completato il processo, i bit vengono posizionati su un disco (DVD, Blu-ray, Ultra HD Blu-ray), su un servizio via cavo o via satellite, su una sorgente di streaming o incorporati in una trasmissione televisiva in diretta.

Esempi di formati di suono surround che utilizzano il processo di trasferimento bitstream includono Dolby Digital, EX, Plus, TrueHD, Atmos, DTS, DTS-ES, DTS 96/24, DTS HD-Master Audio e DTS:X.

Il bitstream può essere inviato dalla sorgente scelta direttamente ad un ricevitore home theater (o ad un preamplificatore/processore AV) tramite un collegamento fisico (ottico digitale, coassiale digitale o HDMI). Un bitstream può anche essere inviato senza fili via antenna o rete domestica.

Esempi di gestione del flusso di bit

Ecco alcuni esempi di come il trasferimento audio bitstream può funzionare in home theater:

  • Un disco DVD, Blu-ray o Ultra HD contiene una colonna sonora Dolby Digital o DTS codificata come bit digitali. Il lettore legge la codifica del disco, la trasferisce in formato bitstream tramite connessione digitale ottica, digitale coassiale o HDMI ad un ricevitore Home Theater/ processore preamplificatore AV con decodificatore Dolby Digital o DTS. Il ricevitore decodifica il bitstream Dolby Digital o DTS nelle sue assegnazioni di canale corrette e invia i segnali di canale assegnati attraverso gli amplificatori appropriati, e poi agli altoparlanti.
  • Oltre al metodo sopra descritto, un lettore DVD Blu-ray, o Ultra HD Disc può anche fornire la capacità di decodificare il bitstream proveniente da un disco internamente al formato PCM. Invece di decodificare il flusso di bit proveniente da un lettore, il lettore può essere in grado di inviare un segnale decodificato in formato PCM in forma digitale ad un ricevitore home theater via HDMI o in forma analogica attraverso connessioni audio analogiche multicanale. I decodificatori del ricevitore sono bypassati con il segnale audio che passa direttamente attraverso il ricevitore, i suoi amplificatori e prosegue verso i diffusori senza ulteriori elaborazioni, a meno che l’ascoltatore non ne attivi altri nel ricevitore/ processore AV.
  • Un’emittente televisiva trasmette un segnale che include un flusso di bit con codifica digitale Dolby Digital. Un televisore riceve quel segnale, quindi trasferisce il bitstream a una soundbar, a un ricevitore home theater o a un preamplificatore/processore av utilizzando un’uscita ottica digitale o un canale di ritorno audio HDMI. La soundbar, il ricevitore home theater o il preamplificatore/processore av decodifica il flusso di bit e riproduce il segnale decodificato. A seconda della soundbar, del ricevitore, del preamplificatore/processore av, l’utente può anche avere la possibilità di combinare il risultato Dolby Digital decodificato con un’ulteriore elaborazione audio.
  • Per lo streaming su Internet, un servizio, come Netflix, offre un programma o un filmato codificato in Dolby Digital o nel relativo formato surround. Se si riceve quel contenuto utilizzando uno streamer multimediale, ed è collegato ad un ricevitore home theater utilizzando un collegamento audio digitale (ottico, coassiale, HDMI), il bitstream audio surround viene inviato al ricevitore, decodificato e inviato attraverso l’amplificatore e gli altoparlanti. Se lo streamer multimediale è collegato direttamente a un televisore tramite HDMI, e il televisore è collegato a un ricevitore compatibile soundbar o home theater tramite uscita audio digitale o tramite HDMI Audio Return Channel, il televisore passerà il segnale bitstream in uscita alla soundbar/home theater per la decodifica e l’amplificazione.
  • In un altro scenario di streaming internet, potreste ricevere Netflix o altri servizi direttamente attraverso una Smart TV. In tal caso, il televisore potrebbe essere in grado di trasmettere un segnale Dolby Digital codificato a una soundbar, a un ricevitore home theater o a un preamplificatore/processore av usando gli stessi metodi di quando il televisore riceve una stazione radio – tramite ottica digitale o HDMI Audio Return Channel per la decodifica e qualsiasi altro processo aggiuntivo scelto dall’utente per un maggiore piacere di ascolto.

La linea di fondo

La codifica bitstream è una tecnologia di base utilizzata nell’audio home theater. Fornisce un modo per trasferire le informazioni del suono surround ad alta densità di dati tra un dispositivo sorgente e un ricevitore home theater o un preamplificatore/processore AV all’interno di una stretta larghezza di banda utilizzando una varietà di opzioni di connessione.

Deja un comentario