Cos’è il Home Theater e cosa fa per me?

L’home theater è comunemente definito come un’apparecchiatura audio e video installata in casa che emula l’esperienza cinematografica. Un buon impianto home theater può in realtà fornire un’esperienza più impressionante rispetto a molti piccoli schermi cinematografici multisala.

Applicazione di Home Theater

Il modo in cui viene applicato il concetto di home theater può variare notevolmente. Molti consumatori sono intimiditi dal termine «Home Theater». Pensano che questo significhi un sacco di soldi, attrezzature e cavi che corrono dappertutto. Tuttavia, con un po’ di pianificazione, assemblare l’home theater può essere facile, con il risultato di un’installazione organizzata, funzionale e visivamente piacevole.

Teatro domestico personalizzato

Nel suo punto più complesso, si può sicuramente progettare un home theater personalizzato che costa decine di migliaia di dollari con un televisore o un videoproiettore di fascia alta a grande schermo, un lettore Blu-Ray Disc/Ultra HD Blu-ray, un media server, un cavo/satellite, amplificatori separati per ogni canale controllati da un preamplificatore o controller master, altoparlanti da incasso, e un paio di subwoofer (alcuni includono anche fino a quattro subwoofer nel loro setup) che possono quasi scuotere l’intero quartiere.

Pratico Home Theater per tutti

In realtà, l’home theater, così come è stato allestito nella maggior parte delle case, non consiste necessariamente in una costosa installazione personalizzata, né costa molto denaro. Una modesta installazione home theater può essere qualcosa di semplice come un televisore da 32 a 55 pollici, combinato con almeno un lettore DVD e una soundbar, o un lettore Blu-ray Disc combinato con un ricevitore stereo o home theater, altoparlanti e un subwoofer.

Inoltre, con i prezzi a picco, l’aggiornamento a un grande schermo LCD, TV al plasma (fuori produzione dal 2014 ma ancora in uso) (55 pollici o più) e/o lettore Blu-ray Disc non richiede un grande portafoglio – anche un numero crescente di videoproiettori sta diventando un’opzione di home theater a prezzi ragionevoli. Inoltre, se si dispone di un po’ più di denaro, un televisore 4K Ultra HD LED/LCD o OLED potrebbe essere un’opzione da prendere in considerazione.

Un’altra opzione che può essere inclusa in un impianto home theater è lo streaming via internet. La maggior parte dei televisori e dei lettori Blu-ray Disc possono anche trasmettere in streaming spettacoli televisivi e film da internet. Anche se non si dispone di un televisore che ha questa capacità, ci sono molti economici add-on media streamer che possono essere acquistati che forniscono l’accesso a un’abbondanza di contenuti in streaming su internet, che comprende film, spettacoli televisivi, contenuti creati dall’utente e musica.

È inoltre possibile utilizzare il sistema home theater come hub per espandere la visione della TV e l’ascolto della musica in tutta la casa, sia tramite connettività fisica che wireless.

Probabilmente la parte più confusa dell’home theater è anche se tutto è organizzato e fa quello che si vuole, controllare tutto può essere la vera parte intimidatoria. Qui si può utilizzare un buon sistema di controllo a distanza universale, uno smartphone, o anche approfittare delle funzioni di controllo vocale di Alexa e Google Assistant.

Qualunque sia il tipo di sistema con cui si finisce, purché fornisca le opzioni di intrattenimento di cui avete bisogno e che vi piaccia, allora è il vostro ‘Home Theater’. Potete avere un home theater in qualsiasi stanza della casa, un piccolo appartamento, un ufficio, un dormitorio o anche all’esterno.

L’opzione o le opzioni che scegliete dipende da voi. Assicuratevi di fare una piccola ricerca prima di iniziare.

La linea di fondo

In ultima analisi, l’applicazione dell’home theater ha lo scopo di fornire al consumatore un’opzione di intrattenimento adatta a guardare la TV e i film a casa con un po’ di emozione in più rispetto a quella che normalmente si ottiene solo guardando una semplice vecchia TV da sola.

Infatti, per molti, andare al cinema locale è un ricordo lontano, perché è meno costoso e più comodo stare a casa. Inoltre, con il tempo sempre minore che intercorre tra la proiezione in sala e la trasmissione in home video e l’uscita in streaming, aspettare un paio di mesi in più per vedere quel grande blockbuster non è necessariamente un grosso problema, purché si evitino gli spoiler di chi ha già visto quello spettacolo. Inoltre, per gli show televisivi, c’è il divertimento di binge-watching – invece di guardare per vedere la prossima puntata, è possibile guardarne diversi durante un periodo di visione.

Prendendo in prestito sia la tecnologia dell’immagine che quella del suono della sala cinematografica e adattandola all’ambiente domestico, i produttori di TV e audio hanno fornito al consumatore la possibilità di approssimare effettivamente l’esperienza cinematografica a casa, in base alle attrezzature e alle opzioni di accesso ai contenuti scelte.

Deja un comentario