Cos’è un Media Streamer?

Il termine «media streamer» è comunemente usato per descrivere sia i media streamer che i media player di rete. Tuttavia, c’è una differenza.

I media vengono trasmessi in streaming quando il file video, musicale o fotografico viene salvato al di fuori del dispositivo di riproduzione dei media. Un lettore multimediale riproduce il file dalla sua posizione di origine.

È possibile effettuare lo streaming dei media da:

  • Fonti online : Siti web o servizi di streaming come Netflix, Vudu, Amazon Instant Video, Hulu, Pandora, Spotify, Rhapsody e altri.

OPPURE

  • La tua rete domestica : Musica, immagini fisse o video scaricati o creati personalmente, memorizzati su computer, unità NAS (Network Attached Storage) o media server.

Tutti i media player di rete sono media streamer, ma non tutti i media streamer sono necessariamente media player di rete.

I lettori multimediali di rete possono trasmettere in streaming contenuti sia da fonti online che dalla vostra rete domestica, e alcuni possono anche scaricare e archiviare contenuti. D’altra parte, un media streamer può limitarsi a trasmettere contenuti in streaming solo da Internet, a meno che non disponga di applicazioni accessibili e scaricabili che gli permettano di accedere ai contenuti dalla rete domestica – tali applicazioni devono essere scaricate e installate per poter fornire un media streamer con questa funzionalità.

Esempi di Media Streamer

Gli streamer mediatici più popolari includono scatole e stick di streaming di Roku, Amazon (Fire TV) e Google (Chromecast). Tutti questi dispositivi possono trasmettere in streaming video, musica e foto da servizi che possono includere Netflix, Pandora, Hulu, Vudu, Flickr e centinaia, o migliaia, di video, musica e canali di interesse speciale.

Tuttavia, questi dispositivi non possono scaricare contenuti in memoria per una successiva riproduzione. D’altra parte, alcuni servizi di streaming offrono l’opzione del Cloud Storage al posto del download. Alcuni lettori multimediali di rete hanno una memoria integrata per memorizzare i contenuti in streaming o scaricati.

La seconda, terza e quarta generazione di Apple TV potrebbe anche essere chiamata media streamer, soprattutto se paragonata alla Apple TV di prima generazione. La Apple TV originale aveva un disco rigido che si sincronizzava – cioè copiava i file – con iTunes sul vostro computer (o sui vostri computer). Poi riproduceva i file dal proprio disco rigido. Poteva anche trasmettere musica, foto e film direttamente dalle librerie aperte di iTunes sui vostri computer. In questo modo, la Apple TV originale diventa un media streamer e un media player di rete.

Tuttavia, le generazioni successive di Apple TV non hanno più un disco rigido e possono trasmettere in streaming solo media provenienti da altre fonti. Per visualizzare i media, è necessario noleggiare film dall’iTunes Store, riprodurre musica da Netflix, Pandora e altre fonti Internet, oppure riprodurre musica da librerie iTunes aperte sui computer di rete di casa. Così, nella sua forma attuale, la Apple TV è descritta in modo più appropriato come uno streamer multimediale.

Un lettore multimediale di rete fa molto di più che trasmettere video e musica

Un lettore multimediale di rete può avere più caratteristiche o capacità rispetto ai semplici media in streaming. Molti lettori hanno una porta USB per collegare un disco rigido esterno o un’unità flash USB direttamente al lettore, oppure possono avere un disco rigido incorporato. Se il supporto viene riprodotto da un disco rigido collegato, non è in streaming da una fonte esterna.

Esempi di Network Media Player includono NVidia Shield e Shield Pro, Sony PS3/4, e Xbox 360, One e One S, e, naturalmente, il vostro PC o Laptop.

Dispositivi di rete con funzionalità di streaming multimediale

Oltre ai media streamer dedicati, ci sono altri dispositivi che consentono lo streaming dei media, tra cui le Smart TV e la maggior parte dei lettori Blu-ray Disc. Inoltre, un numero crescente di ricevitori home theater ha capacità di streaming multimediale dedicate ai servizi di streaming musicale. Inoltre, la PS3, PS4 e Xbox 360 possono anche copiare i file multimediali sui loro dischi rigidi e riprodurre i media direttamente, oltre a trasmetterli in streaming dalla rete domestica e da Internet.

Inoltre, alcune Smart TV e lettori Blu-ray Disc possono trasmettere contenuti in streaming sia da internet che dai dispositivi della rete locale, ma alcuni sono limitati al solo streaming di internet. Lo stesso vale per i ricevitori home theater che incorporano funzioni di streaming, alcuni possono accedere alla radio su Internet e ai servizi musicali online e altri possono anche accedere e riprodurre i file musicali memorizzati sulla rete domestica.

Quando si acquista un dispositivo per lo streaming multimediale o un lettore multimediale di rete, controllare le caratteristiche per vedere se fornisce tutte le funzionalità di accesso, riproduzione e qualsiasi capacità di archiviazione di cui si potrebbe aver bisogno.

Quando cercate di acquistare un dispositivo in grado di trasmettere in streaming i media sulla vostra TV, assicuratevi che abbia accesso ai servizi di streaming che desiderate.

La linea di fondo

La cosa più importante da considerare quando si acquista un media streamer o un media player di rete è di non farsi prendere dal fatto che sia commercializzato o etichettato come network media player, media streamer, TV box, Smart TV o sistema di gioco, ma che sia in grado di accedere e riprodurre i contenuti desiderati, sia che vengano trasmessi in streaming da Internet e/o i formati di file nelle librerie di contenuti che avete memorizzato sui vostri dispositivi collegati alla rete di casa.

Se il vostro obiettivo principale è lo streaming dei media da siti online come Netflix, Hulu e Pandora, un media streamer, come Roku/Amazon Box/Stick o Google Chromecast, o se state acquistando un nuovo televisore o lettore Blu-ray Disc – prendetene in considerazione uno con funzionalità di streaming integrate che farà il lavoro.

Deja un comentario