L’iPad supporta più utenti?

Direttamente dalla scatola, l’iPad non ha un modo semplice per passare da un utente all’altro con diverse impostazioni, configurazioni e applicazioni. L’iPad è un dispositivo monoutente, il che significa che il login centrale è persistente. Questo login controlla l’accesso all’App e agli iTunes Store, ma non salva informazioni come le impostazioni.

Il focus sul singolo utente si estende ad applicazioni come Safari, che tiene traccia dei segnalibri e della cronologia web per tutti gli utenti piuttosto che per un utente specifico.

Come impostare il tuo iPad per più utenti

Anche se è possibile accedere e uscire da più ID Apple sullo stesso iPad, questa soluzione non funzionerà come la creazione di profili utente diversi su Mac o PC. Un nuovo Apple ID non cambierà il layout dell’iPad. E scaricare applicazioni da più ID Apple può causare confusione quando è il momento di passare a un nuovo dispositivo.

Tuttavia, ci sono alcuni trucchi che si possono usare per rendere un po’ più facile il dolore di condividere un iPad.

  • Un modo semplice per organizzare le applicazioni per più utenti è quello di creare una cartella sulla prima pagina della schermata iniziale per ogni persona. Ordinando le app in questo modo sarà molto più facile trovarne e utilizzarne di specifiche ed evitare di ingombrare il resto dell’iPad.
  • Abituati a usare Spotlight Search per lanciare le applicazioni. Avendo più utenti sullo stesso dispositivo, è molto più probabile che l’iPad si riempia di app, il che può rendere più difficile trovarne alcune. Spotlight Search può essere il modo più semplice per lanciare le app, indipendentemente dal numero di persone che utilizzano l’iPad.
  • Scarica le applicazioni e-mail separate. L’applicazione predefinita Mail è utile per la gestione di più account di posta elettronica, ma la vista di default tirerà tutti i messaggi di posta elettronica in una casella di posta unificata. Può essere più facile utilizzare client di posta elettronica specifici come l’applicazione Yahoo o Gmail per un utente e la casella di posta unificata per l’altro utente.
  • Utilizzare due diversi browser. Safari è il browser predefinito per l’iPad, ma è anche possibile scaricare Chrome o Firefox. In questo modo ogni utente potrà tenere traccia dei propri segnalibri.
  • Facebook, Twitter e altre applicazioni dei social media possono essere un po’ complicate. Facebook supporta più profili, e si può anche impostare un codice di accesso per ogni account, ma bisogna comunque ricordarsi di effettuare il logout. Twitter consente utenti extra ma non ha un codice di accesso. Un’alternativa è che una persona utilizzi app di terze parti per i social media e l’altra utilizzi le app ufficiali.
  • Impostare Touch ID se si dispone di un iPad compatibile. Con Touch ID, ogni utente può inserire la propria impronta digitale e utilizzarla per sbloccare l’iPad.

Che dire dell’impermeabilizzazione dell’iPad e del suo utilizzo?

Più persone possono usare un iPad, ma diventa più complicato quando alcuni utenti sono bambini piccoli. È abbastanza facile rendere l’iPad a prova di bambino per limitare la possibilità di scaricare applicazioni, musica o film non adatti all’età, ma queste protezioni disabilitano queste funzioni anche per i genitori.

Un altro problema con cui si scontrano i genitori è l’insistenza dell’iPad nel reimpostare le restrizioni quando le si disattiva. Dovrete verificare che le vostre impostazioni siano corrette ogni volta che le riattivate (cioè quando i bambini vogliono usarlo di nuovo). Può essere poco pratico se avete impostato le restrizioni delle app, ma spesso è necessario disattivarle per scaricare un’app per voi stessi.

È possibile impostare dei limiti di tempo per i tipi di programmi, come i giochi e i servizi di streaming. Ma al momento non è possibile bloccare le singole app per tenere i bambini fuori da esse, a meno di non cancellarle del tutto. E se volete bloccare il browser Safari per disattivare alcuni siti web, dovrete vivere anche voi senza di loro.

L’evasione risolverà il problema?

Si possono aggirare alcuni di questi problemi con il jailbreak dell’iPad, ma questo potrebbe introdurre più problemi di quanti ne risolva. Scaricare app al di fuori dell’ecosistema Apple significa che le app non passano attraverso il processo di test di Apple, il che significa che è possibile scaricare malware. Tuttavia, le app possono fare molto di più per personalizzare la vostra esperienza su un dispositivo jailbroken, comprese quelle progettate per aiutare chi vuole più account per il proprio iPad.

Il Jailbreaking non è la soluzione ideale per un genitore che vuole condividere l’iPad con i propri figli. Ma potrebbe funzionare per amici o familiari che utilizzano più account. Tuttavia, il jailbreaking è consigliato solo per gli utenti più avanzati.

Deja un comentario