OWC ThunderBay 4: Versatile Thunderbolt Enclosure

OWC (Other World Computing) è stato a lungo un punto di riferimento per le periferiche legate al Mac, quindi quando l’azienda ha iniziato a produrre i propri involucri per unità esterne basate su Thunderbolt, il mio interesse è stato suscitato.

Thunderbolt fa parte delle capacità di I/O del Mac dall’inizio del 2011, e ora fa parte di tutti i modelli di Mac attuali. La sua grande promessa era quella di fornire il sistema di connessione più veloce tra i dispositivi esterni e il Mac, ma a parte il display Thunderbolt di Apple e una manciata di unità esterne Thunderbolt in varie configurazioni RAID, non ci sono stati molti dispositivi Thunderbolt disponibili.

Panoramica: OWC ThunderBay 4

Il ThunderBay 4 è un contenitore esterno non RAID Thunderbolt che può accettare fino a quattro dischi rigidi standard per desktop o quattro SSD (adattatore venduto separatamente), o qualsiasi combinazione dei due tipi di unità.

Poiché il contenitore non include un RAID interno basato su hardware, il Mac vede le unità installate nel contenitore come unità esterne individuali, il che permette di decidere come saranno configurate. Possono rimanere come unità individuali, oppure è possibile utilizzare uno dei sistemi RAID disponibili basati su software, come Apple’s Disk Utility o SoftRAID. Parleremo delle capacità RAID un po’ più avanti in questa recensione.

Il ThunderBay 4 è disponibile in varie configurazioni, tra cui B.Y.O.D (Bring Your Own Drives) e con azionamenti di varie dimensioni preinstallati. Tutte le unità sono a 7200 RPM con dimensione della cache, come indicato. I prezzi correnti sono:

Dimensione Cache Configurazione Prezzo di configurazione B.Y.O.D N/A No drive $398,99 4 TB 128 MB 1 TB drive x 4 $649,99 8 TB 256 MB 2 TB drive x 4 $779,99 12 TB 256 MB 3 TB drive x 4 $879,99 16 TB 256 MB 4 TB drive x 4 $999.99 24 TB 512 MB 6 TB x 4 $1.399,99 32 TB 1024 MB 8 TB x 4 $1.799,99 40 TB 1024 MB 10 TB x 4 $2.279,99 48 TB 1024 MB 12 TB x 4 $2.949,99 ThunderBay 4 senza Software RAID Size Cache Configurazione Prezzo B.Y.O.D N/A No drive $479,99 4 TB 128 MB 1 TB drive x 4 $749,99 8 TB 256 MB 2 TB drive x 4 $874,88 12 TB 256 MB 3 TB drive x 4 $979,99 16 TB 256 MB 4 TB drive x 4 $1.098.99 24 TB 512 MB 6 TB x 4 1.498,99 32 TB 1024 MB 8 TB x 4 $1.878,99 40 TB 1024 MB 10 TB x 4 $2.378,99 48 TB 1024 MB 12 TB x 4 $3.049,99 ThunderBay 4 con SoftRAID 5 preinstallato

Panoramica dell’hardware di ThunderBay 4

Il ThunderBay 4 è piccolo, soprattutto se si considera ciò che è alloggiato nel case esterno: quattro alloggiamenti per unità da 3½», un backplane a 4 slot, un’interfaccia da Thunderbolt 2 (20 Gbps) a SATA 3 (6 Gbits/sec), un alimentatore interno e una ventola di raffreddamento, il tutto contenuto in un case che misura 9,65 pollici di profondità x 5,31 pollici di larghezza x 6,96 pollici di altezza.

Ho detto che l’alimentazione è interna? Ciò significa che non ci sono mattoni di potenza da prendere a calci o da perdere.

La parte anteriore dell’involucro contiene un pannello bloccabile che consente l’accesso ai quattro slot per unità SATA. Il pannello frontale comprende anche cinque LED. Il primo indica lo stato dell’alimentazione (accensione/spegnimento/standby); i restanti quattro forniscono lo stato di accesso per ciascuno dei quattro slot del drive. La parte posteriore dell’involucro include uno slot di sicurezza Kensington, due porte Thunderbolt, un interruttore a bilanciere on/off, un connettore per il cavo di alimentazione CA e una ventola da 3½».

Una parola sul ventilatore: Il ThunderBay 4 ha bisogno di una ventola di dimensioni ridotte per un adeguato raffreddamento sia degli azionamenti che dell’alimentazione interna. Si può sentire la ventola, ma non è troppo rumorosa. In un ambiente d’ufficio, probabilmente non noterete nemmeno il rumore della ventola, mentre in una casa o in uno studio tranquillo, potreste sentire la ventola che gira. Preferisco un’apparecchiatura silenziosa, ma il rumore della ventola è accettabile per me; il chilometraggio può variare.

Vassoi di azionamento

Il ThunderBay 4 utilizza i vassoi di azionamento (in dotazione) per alloggiare gli azionamenti. I vassoi dei drive si trovano dietro il pannello frontale. Sbloccare il pannello frontale e far oscillare il pannello verso il basso e verso l’esterno per rivelare i quattro vassoi dei drive. Ogni vassoio è dotato di una vite a testa zigrinata per fissare il vassoio a un alloggiamento per unità a disco.

I vassoi di guida sono contrassegnati con le lettere A, B. C, e D per corrispondere a uno specifico alloggiamento di unità. Questo è solo per comodità; è possibile scambiare i vassoi e gli alloggiamenti delle unità a piacimento, senza alcun effetto sulle prestazioni dell’involucro o dell’unità.

Aggiungere un’unità a un vassoio per unità è semplice come far ruotare un cacciavite. Una volta installato in un vassoio per unità, l’unità può essere utilizzata in qualsiasi contenitore ThunderBay 4. È anche possibile acquistare vassoi per unità di riserva, che consentirebbero di spostare facilmente le unità tra più contenitori o di immagazzinarle fuori sede.

Le staffe di azionamento da 2,5″ a 3,4″ possono essere utilizzate per adattare il ThunderBay 4 per l’uso con SSD SATA da 2,5″. L’adattatore è venduto separatamente.

ThunderBay 4 Test e prestazioni

La nostra unità di test ThundayBay 4 è stata configurata con quattro hard disk Toshiba DT01ACA300 7200 RPM da 3 TB. Ho collegato il ThunderBay 4 al nostro sistema di test, che consiste in un MacBook Pro 2011 con 4 GB di RAM, un Intel Quad-Core i7 da 2 GHz e un hard disk interno da 500 GB.

Ho collegato il ThunderBay 4 e il MacBook Pro con il cavo Thunderbolt fornito con l’involucro.

Il ThunderBay 4 e le sue quattro unità sono stati riconosciuti all’avvio e ho iniziato a utilizzare l’utilità disco per formattarli come Mac OS Extended (Journaled).

Con la formattazione completa, ho utilizzato BlackMagic Design Disk Speed Test, così come il Drive Genius 3 di Prosoft Engineering, per misurare le prestazioni di base di scrittura e lettura di ogni drive nel contenitore. Non si è trattato di un test approfondito; quello che mi interessava era vedere se il contenitore del ThunderBay 4 aveva qualche preferenza sulle prestazioni di un drive bay. Dopo aver effettuato un benchmarking di ogni drive, ho spento il contenitore e ho spostato ogni drive nel drive successivo. Poi ho rivisto i parametri di riferimento per vedere se c’era qualche cambiamento significativo nei parametri di riferimento.

Ho imparato due cose da questo test. In primo luogo, che mescolare i drive da un drive bay all’altro è un gioco da ragazzi; scivolano dentro e fuori con poco sforzo. La seconda informazione che ho imparato è che ogni drive bay si comporta come qualsiasi altro; non c’erano slot dolci nel contenitore di cui preoccuparsi o di cui approfittare nei test.

Prestazioni individuali dell’azionamento

Ho misurato le prestazioni di ogni drive nel contenitore del ThunderBay 4. Le prestazioni medie di lettura del disco sono risultate pari a 188,375 MB/s, mentre le prestazioni di scrittura sono state pari a 182,025 MB/s. Queste sono piuttosto impressionanti per i singoli drive, ma dato che stavo testando solo un drive alla volta, non stavo mettendo a dura prova l’involucro. Ho deciso di vedere quanto bene il ThunderBay 4 si comporta con vari array RAID che utilizzano più di un drive alla volta.

Prestazioni RAID

Utilizzando Disk Utility, ho creato un array RAID 0 (striping) di due, poi tre, poi tutti e quattro i drive, e ho misurato le prestazioni di ogni array.

2 drive 3 drive 4 drive Leggi 380,60 554,50 674,00 Scrivi 365,50 541,30 642,60 Disco Utility RAID 0 (Stripe) MB/s – Test velocità disco

Poiché volevo anche testare il contenitore ThunderBay 4 con SoftRAID, che fornisce alcune caratteristiche in più rispetto a Disk Utility, incluse alcune opzioni RAID in più, ho deciso di creare gli stessi array RAID 0 di base.

2 drive 3 drive 4 drive Leggi 381,70 532,80 678,40 Scrivi 350,20 535,90 632,00 SoftRAID RAID 0 (Stripe) MB/s – Test velocità disco

Aggiornamento : Ho eseguito un ulteriore benchmark, QuickBench 4.0.4, per guardare in particolare alle prestazioni RAID 0 a quattro dischi, che mi è sembrato un po’ basso con il Test di velocità del disco. Ho configurato QuickBench per produrre un test personalizzato equivalente a quello che utilizza il Disk Speed Test.

Utilità disco SoftRAID Media lettura 742,90 741,25 Media scrittura 693,17 646,89 4-Drive RAID 0 MB/s – QuickBench 4.0.4

Mentre i numeri MB/s sono leggermente diversi in ciascuno dei due sistemi RAID basati su software, le prestazioni complessive sono rimaste all’incirca le stesse; in altre parole, non hanno fornito alcun vantaggio nella creazione di array a strisce. La cosa importante da notare è che il contenitore ThunderBay 4 non sembra avere un impatto sulle prestazioni, anche quando vengono utilizzati contemporaneamente quattro alloggiamenti. SoftRAID fornisce un ulteriore vantaggio nella sua capacità di monitorare gli array RAID, di rilevare possibili modalità di guasto e di inviare aggiornamenti di stato via e-mail e persino di eseguire riparazioni con alcuni tipi di array RAID.

La prossima serie di test è stata valutata utilizzando ThunderBay 4 e SoftRAID 5, che è disponibile come opzione con l’involucro. SoftRAID 5 offre una tecnologia piuttosto sorprendente, compresa la possibilità di creare ulteriori tipi di RAID, tra cui RAID 1+0, RAID 4 e RAID 5. Tutti e tre questi livelli RAID offrono l’aumento di velocità disponibile dalle unità di striping, con il vantaggio della correzione dei guasti, utilizzando la parità calcolata al volo o una combinazione di array striped più mirroring che lavorano in tandem.

RAID 1+0 RAID 4 RAID 4 RAID 5 Leggere 365,70 543,50 499,50 Scrivere 324,60 380,20 375,70 SoftRAID 5 Livelli RAID avanzati MB/s – Test velocità disco RAID 1+0 RAID 4 RAID 5 Leggere 378,73 564,13 557,99 Scrivere 318,64 496,02 500,25 SoftRAID 5 Livelli RAID avanzati MB/s – QuickBench 4.0.4

Nota: Tutte le configurazioni RAID in questa tabella hanno utilizzato tutti e quattro i drive.

Come si può vedere, ci può essere una penalità di prestazione nell’utilizzo dei livelli RAID 1+0, RAID 4 o RAID 5. Ma questa penalità è facilmente compensata dalla maggiore sicurezza di avere la parità (RAID 4 o 5), o di avere un mirror dei dischi a strisce (RAID 1+0). In realtà sono rimasto abbastanza impressionato da SoftRAID, e dalla sua capacità di generare ed elaborare informazioni di parità senza un enorme impatto sulle prestazioni. In un passato non molto lontano, questo tipo di RAID si sarebbe visto solo nelle soluzioni basate sull’hardware a causa delle soluzioni software che penalizzano le prestazioni.

Conclusione

Sono molto impressionato dal design e dalle prestazioni complessive di ThunderBay 4. Mi piace che OWC abbia scelto di lasciare le opzioni RAID rigorosamente nelle mani dell’utente. Questo permette di utilizzare il contenitore del ThunderBay 4 in molti scenari diversi: come backup, come storage extra, o con varie configurazioni RAID per aumentare le prestazioni. Si potrebbe anche utilizzare il ThunderBay 4 per più applicazioni, ad esempio un array RAID a due strisce per lavorare con il video, e un backup Time Machine a doppia unità. Le configurazioni possibili sono quasi infinite.

L’applicazione SoftRAID inclusa nel ThunderBay 4 offre una serie di funzionalità oltre a quelle disponibili nell’utilità disco di Apple. Se stai pensando di utilizzare l’enclosure in una configurazione RAID di qualsiasi tipo, ti consiglio vivamente SoftRAID. Ho utilizzato SoftRAID per anni sul nostro server, per fornire array speculari con segnalazione dei guasti e ricostruzione automatica.

ThunderBay 4 è un prodotto straordinario in grado di soddisfare le esigenze del professionista che ha bisogno di uno storage ad alte prestazioni, così come di chiunque sia alla ricerca di un metodo versatile per lo storage e il backup. Un unico formato può infatti adattarsi a tutti.

Informativa: I campioni di revisione sono stati forniti dal produttore. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra Ethics Policy .

Deja un comentario