Scopri il modo corretto per controllare la tua quota di archiviazione su Google

Google consente agli utenti di memorizzare fino a 15 GB di dati per ogni account. Questo importo potrebbe sembrare generoso, ma i vecchi messaggi, più i documenti memorizzati su Google Drive, consumano rapidamente lo spazio. Ecco cosa è incluso nel limite di archiviazione e come scoprire quanto spazio di archiviazione assegnato a Google viene utilizzato e quanto è disponibile.

Cosa conta verso il limite di archiviazione di Google

Prima di imparare a controllare la quota di dati di Google, è utile sapere cosa è incluso e cosa non lo è.

Il vostro conto Gmail

Ogni messaggio di posta elettronica ha una piccola impronta di dati, ma probabilmente ne avete molti memorizzati nel vostro account. Inoltre, alcuni messaggi hanno allegati che occupano ulteriore spazio.

Questi fattori si sommano, il che è vero per qualsiasi servizio di posta elettronica, ma soprattutto per Gmail. Google rende più facile l’archiviazione rispetto alla cancellazione delle e-mail, quindi i messaggi che si pensa di aver cancellato potrebbero essere archiviati e consumare spazio.

Google Drive

Tutto ciò che è contenuto nel vostro Google Drive conta per la vostra assegnazione di 15 GB, compresi i download, i documenti, i fogli di calcolo e tutti gli altri articoli che vi sono archiviati.

Foto di Google

L’unica eccezione al limite di archiviazione è rappresentata dalle foto ad alta risoluzione. Le foto che si caricano senza comprimere non contano ai fini del limite, il che è una fortuna perché le foto consumerebbero molto velocemente il vostro spazio.

Controllare l’uso della memoria

Utilizzate i seguenti passi per scoprire quanto spazio di memorizzazione dei vostri dati e quanto vi è rimasto:

  1. Visita la pagina di archiviazione di Google Drive.

  2. Se hai effettuato l’accesso al tuo account Google, vedrai un grafico a linee che mostra quanto spazio hai utilizzato (in blu e rosso) e quanto spazio è disponibile (in grigio).

Potete anche farvi un’idea di quanto spazio rimane direttamente dal vostro account Gmail:

  1. In qualsiasi pagina di Gmail, scorrere fino in fondo.

  2. Trovate l’attuale utilizzo della memoria online sulla sinistra, verso il basso.

Cosa succede con Gmail se si raggiunge il limite di archiviazione?

Non appena la quantità di dati che state utilizzando raggiunge una certa soglia, Gmail visualizza un avviso nella vostra casella di posta in arrivo. Dopo tre mesi di superamento della quota, Gmail visualizza il messaggio: «Non puoi inviare o ricevere e-mail perché non hai più spazio in memoria».

A questo punto è possibile accedere a tutti i messaggi del proprio account, ma non è possibile inviare o ricevere nuove e-mail. Per riprendere il normale servizio, riducete la quantità di dati nel vostro account al di sotto della quota di archiviazione.

Quando accedete all’account tramite IMAP, potreste non ricevere un messaggio di errore e potreste essere in grado di inviare messaggi via SMTP (da un programma di posta elettronica). Questo perché utilizzando la posta elettronica in questo modo i messaggi vengono memorizzati localmente (sul tuo computer), piuttosto che esclusivamente sui server di Google.

Mentre l’account è oltre la quota, chiunque invii un’e-mail al vostro indirizzo Gmail riceverà un messaggio di errore che dice qualcosa del tipo: «L’account di posta elettronica che state cercando di raggiungere ha superato la sua quota».

Il servizio di posta elettronica del mittente di solito cerca di consegnare il messaggio ogni poche ore per un determinato periodo di tempo. Se, durante questo periodo di tempo, si riduce la quantità di memoria che si sta consumando in modo che sia di nuovo entro i limiti della quota di Google, il messaggio sarà alla fine consegnato. In caso contrario, però, il server di posta si arrenderà e farà rimbalzare l’e-mail. Il mittente riceverà il messaggio: «Il messaggio non è stato consegnato perché l’account che stai cercando di raggiungere ha superato la sua quota di memoria».

Se lo spazio di archiviazione si sta esaurendo

Se vi rimangono solo pochi megabyte di memoria, potete fare una di queste due cose: acquisire più spazio o ridurre la quantità di dati sul vostro conto.

Per aumentare lo spazio di archiviazione, è possibile acquistare fino a 30 TB in più da Google per condividerli tra Gmail e Google Drive. Se invece decidete di liberare un po’ di spazio, provate queste strategie:

  1. Svuota le cartelle Spam e Trash in Gmail.

  2. Svuota il cestino di Google Drive:

    1. Apri Google Drive.
    2. Nel pannello di sinistra, verso il basso, selezionare Cestino .
    3. Vicino alla parte superiore della finestra, selezionare la freccia a discesa Cestino .
    4. Dal menu selezionare Svuota cestino .

  3. Eliminare i messaggi grandi e inutili in Gmail, o archiviarli in un altro account di posta elettronica o localmente in un computer.

Utilizzate questi puntatori per trovare i messaggi che potreste voler cancellare:

  • Utilizzare l’operatore di ricerca Gmail has:attachment per mostrare tutte le email che includono allegati. Da lì, cancellare quelle che non si desidera più.
  • Utilizzate un servizio come Find Big Mail per scoprire le e-mail più grandi nel vostro account Gmail, quindi cancellatele.
  • Imposta Gmail come account IMAP in un altro programma di posta elettronica (come macOS Mail o Mozilla Thunderbird) che può effettuare una ricerca per dimensione del messaggio. Poi sposta le email più grandi in un archivio sull’altro account di posta o nelle cartelle locali del programma di posta.

L’eliminazione dei messaggi dal vostro account Gmail è un processo in due fasi. Selezionando Delete su un batch di messaggi li mette nella vostra cartella Trash . Assicuratevi di svuotarla in seguito.

Deja un comentario