Trasforma il tuo iPhone in un telefono Google

Solo perché sei un fedele utente di iPhone, non significa che devi amare le app di Apple, soprattutto quando Google offre un’alternativa superiore. (Guardiamo te, Apple Maps.) Google fa versioni iOS delle sue app più popolari. Inoltre, spesso aggiorna prima le sue app iOS, per la frustrazione di molti utenti Android. Inoltre, alcune delle applicazioni iOS di Google sono considerate anche migliori delle loro controparti Android. Quindi, se amate la struttura, l’interfaccia e i costanti aggiornamenti del sistema operativo dell’iPhone, potete abbinarli alle app di Google per un’esperienza indimenticabile.

Google Apps per iOS

Probabilmente utilizzate già le app e i servizi di Google, ma se non lo fate, ecco le app che potreste voler scaricare.

  • Cromo . È di gran lunga superiore a Safari e probabilmente lo si usa già sul desktop. Inoltre, le vostre ricerche e preferenze web si sincronizzeranno su tutti i vostri dispositivi.
  • Google Maps . Ha una navigazione molto migliore di Apple Maps, e offre anche indicazioni per il transito e la bicicletta. Apple Maps sta diffondendo le indicazioni per il transito, ma le sue mappe presentano ancora degli errori.

  • YouTube. È la scelta più ovvia per la visione di video. C’è anche un’applicazione YouTube Kids con contenuti curati per i bambini. È possibile impostare il controllo dei genitori per bloccare la ricerca e segnalare i video che non si ritengono appropriati. L’app ha tre opzioni a seconda dell’età del bambino o dei bambini: scuola materna, età scolare e tutti i bambini.
  • Hangout di Google . Ha un supporto multipiattaforma in modo da poter inviare messaggi a tutti i tuoi amici e passare rapidamente da un dispositivo all’altro a tuo piacimento. Puoi anche utilizzarlo per videochiamate con una o più persone e chat di gruppo.
  • Google Drive . Può sostituire l’iCloud, che a volte è difficile da usare, e si integra perfettamente con Google Docs and Sheets per la scrittura, la modifica e la collaborazione in viaggio.
  • Gmail e Google Calendar . Seriamente, non avete già un indirizzo Gmail? Puoi accedere a queste applicazioni su tutti i tuoi dispositivi ed eseguire il backup dei tuoi contatti su Gmail in modo da poterli trasferire rapidamente su un nuovo telefono (iOS o Android).
  • Wear OS (ex Android Wear) . Funziona con tutti i tipi di tecnologia indossabile, ad eccezione di Apple Watch, naturalmente. Quindi scaricatelo se avete uno degli smartwatch più quotati di LG, Motorola, Samsung e altre aziende.
  • Google Voice . Bypassa il servizio di segreteria telefonica del tuo operatore e trascrive i tuoi messaggi, così non dovrai mai ascoltarne un altro. E anche se all’inizio la trascrizione era quasi incomprensibile, ora è molto più precisa.
  • Gboard . La tastiera ufficiale di Google lanciata su dispositivi iOS prima di Android, che ci crediate o no. Ha caratteristiche di prim’ordine, tra cui la digitazione a scorrimento e la ricerca Google integrata. Supporta anche la digitazione multilingue in modo da poter passare da una lingua all’altra con la semplice pressione di un pulsante e, naturalmente, GIF ed emojis.
  • Google Photos . Offre uno spazio di archiviazione illimitato e gratuito, in modo da poter salvare e fare il backup di tutti i vostri scatti. Inoltre, tagga automaticamente le tue foto con la posizione e il soggetto o gli elementi della foto. Per gli scatti di persone, Google Photos utilizza il riconoscimento facciale per raggrupparle.

  • Google Play Newsstand . È la controparte di Apple News; scegliete le pubblicazioni e i siti web che vi piace leggere in modo da potervi accedere tutti nello stesso posto. Puoi anche abbonarti a riviste e giornali digitali e leggere i numeri direttamente all’interno dell’app. Assicurati di andare nelle impostazioni e di cambiare il browser preferito per aprire i link a Chrome.

Gestione delle applicazioni predefinite

Un vantaggio di Android su iOS è che è possibile impostare applicazioni predefinite per una miriade di servizi, tra cui musica, browser web, messaggistica e altro ancora, ma nella maggior parte dei casi è possibile aggirare le restrizioni di Apple.

Ad esempio, quando si fa clic su un URL in un’applicazione, questa si apre automaticamente in Safari, ma le applicazioni di Google (e molti altri sviluppatori di terze parti) hanno trovato un modo per aggirare questo problema. Dovrete entrare nelle impostazioni di ogni app e modificare le opzioni per l’apertura di file, link e altri contenuti dalle app di Apple ad altre app di Google. In questo modo, se un amico vi invia un link via e-mail e voi fate clic su di esso nell’app Gmail, questo si aprirà in Chrome, o un allegato di file si aprirà in Google Docs. All’interno di iOS, ora avete il vostro ecosistema Google.

Potresti comunque imbatterti in casi in cui Safari è il browser predefinito, ma non quando utilizzi le applicazioni di Google. Una volta (e se) che Apple cambia questo, potreste rendere il vostro iPhone ancora più Google-centrico.

Comandi vocali

Un altro problema che incontrerete è il supporto di Siri. Tuttavia, è possibile scaricare Google Assistant sul vostro iPhone, anche se potrebbe non funzionare bene con le vostre applicazioni Apple.

Così ora avete il meglio di entrambi i mondi: l’eccellente interfaccia di Apple abbinata alle app di Google. Naturalmente, trasformare il vostro iPhone in un telefono Google vi renderà molto più facile passare ad Android quando sarà il momento.

Deja un comentario