Un’interfaccia utente: La risposta (molto buona) di Samsung all’usabilità

Se hai problemi a usare quell’enorme telefono Samsung che hai appena ricevuto, non sei solo. Le dimensioni degli smartphone oggi rendono sempre più difficile usarli con una mano sola. Riconoscendo questo, Samsung ha sviluppato One UI, un’interfaccia utente chiamata skin – che si sovrappone al sistema operativo Android, progettato per rendere i loro smartphone più facili da usare. L’interfaccia One UI sostituisce la precedente versione chiamata Samsung Experience .

Man mano che i telefoni diventano più grandi e i phablet diventano la dimensione standard per la maggior parte dei design di smartphone di successo, il loro utilizzo diventa più difficile. Non solo il sistema operativo è più complicato di quanto non lo sia mai stato, ma l’effettivo fattore di forma fisica del telefono introduce dei blocchi stradali che rendono l’uso del telefono più difficile che mai.

Come Samsung One UI migliora l’usabilità

In occasione di una Samsung Developer Conference nel novembre 2018, Samsung ha annunciato l’interfaccia One UI per i suoi smartphone. La skin è stata rilasciata al pubblico su alcuni dispositivi nel gennaio 2019.

Secondo un portavoce dell’azienda, la nuova interfaccia utente è stata creata perché «hardware e software devono lavorare insieme». Per fare ciò, Samsung ha creato One UI per essere più facile da usare con una mano sola, riprogettando il modo in cui le applicazioni e le funzioni vengono visualizzate sul telefono.

In primo luogo, l’interfaccia è più pulita rispetto alle versioni precedenti. Il disordine sullo schermo è stato ridotto per rendere più facile agli utenti trovare ciò di cui hanno bisogno. Anche le funzioni e la visualizzazione delle applicazioni sono cambiate.

Il cambiamento più grande è che lo schermo di un dispositivo Samsung è virtualmente diviso in due sezioni: l’area di visualizzazione e l’area di interazione.

  • L’area di visualizzazione : La metà superiore dello schermo è per lo più riservata alla visualizzazione di dati e informazioni. Il display è più pulito, più nitido e più visibile, e rende più facile per gli utenti concentrarsi sul compito da svolgere.
  • L’area di interazione : L’area di interazione, nella metà inferiore dello schermo, è dove gli utenti eseguono la maggior parte delle toccate e strisciate necessarie per accedere e utilizzare il menu e le funzioni del dispositivo.

Insieme, questi miglioramenti non significano più allungarsi fino a torcere il pollice in modo da poter raggiungere una funzione nell’angolo in alto a destra dello schermo. Un utente dell’interfaccia utente non ha bisogno di usare due mani. È più facile, più intuitivo l’uso con una sola mano, proprio come l’esperienza che gli utenti avevano prima che i touchscreen diventassero comuni.

Un’interfaccia utente focalizza la vostra attenzione

Oltre ai miglioramenti fisici necessari per rendere i telefoni Samsung accessibili con una sola mano, l’interfaccia utente One UI migliora anche l’usabilità rendendo meno distraente l’intera esperienza di utilizzo del dispositivo. Le funzioni sono state raggruppate in modo che le funzioni più utilizzate vengano visualizzate per prime, e tutto ciò che non si sta usando svanisce alla vista.

Ciò che rimane sono Focus Blocks , che portano il contenuto più importante necessario per concentrarsi sul compito da svolgere, e presumibilmente il contenuto che si vuole vedere, in primo piano e al centro. L’intera esperienza è ulteriormente migliorata dall’uso di angoli più arrotondati e da un rapporto più alto di spazio vuoto intorno a questi Focus Blocks.

Samsung ha anche aggiunto una modalità Dark Mode a One UI progettata per aiutare a ridurre l’affaticamento degli occhi quando si utilizza un dispositivo Galaxy al buio. Gli utenti hanno da tempo richiesto questa funzione, e come aggiunta all’usabilità di One UI, è una benvenuta.

Deja un comentario